Decreto dignità: queste le decorrenze

15 Agosto 2018

Sintetizzate in un’unica tabella le decorrenze delle disposizioni del decreto dignità, dopo la sua conversione in legge, in materia di licenziamento illegittimo nelle tutele crescenti (importi), offerta di conciliazione nelle tutele crescenti (importi), contratto a termine (termini di impugnazione), contratto a termine (durata massima del singolo rapporto), contratto a termine (durata massima per sommatoria di più rapporti), contratto a termine (proroghe e rinnovi).

 

(Alberto Bosco – 15 ago 2018)

LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO NELLE TUTELE CRESCENTI: IMPORTI
Datore Data Licenziamento Art. 3, co 1, D.Lgs. 23/2015 Risarcimento
Piccolo Entro il 13 luglio 2018 ante D.L. 87/2018 2 – 6 mensilità
Dal 14 luglio 2018 in poi post D.L. 87/2018 3 – 6 mensilità
Grande Entro il 13 luglio 2018 ante D.L. 87/2018 4 – 24 mensilità
Dal 14 luglio 2018 in poi post D.L. 87/2018 6 – 36 mensilità

 

OFFERTA DI CONCILIAZIONE NELLE TUTELE CRESCENTI: IMPORTI
Datore Data Offerta Art. 6, co 1, D.Lgs. 23/2015 Importo
Piccolo Fino all’11 agosto 2018 ante L. 96/2018 1 – 6 mensilità
Dal 12 agosto 2018 in poi post L. 96/2018 1,5 – 6 mensilità
Grande Fino all’11 agosto 2018 ante L. 96/2018 2 – 18 mensilità
Dal 12 agosto 2018 in poi post L. 96/2018 3 – 27 mensilità

 

CONTRATTO A TERMINE: TERMINI DI IMPUGNAZIONE
Data cessazione Art 28, co. 1, D.Lgs. 81/2015 Termine decadenza
Entro il 13 luglio 2018 Testo originario 120 giorni
Dal 14 luglio 2018 in poi Modificato da D.L. 87/2018 180 giorni

 

CONTRATTO A TERMINE: DURATA MASSIMA DEL SINGOLO RAPPORTO
Data stipula Durata massima Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
fino al 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria ante D.L. 87/2018
Dal 14 luglio 2018 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post D.L. 87/2018

 

CONTRATTO A TERMINE: DURATA MASSIMA PER SOMMATORIA DI PIÙ RAPPORTI
Data stipula Durata massima Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
fino al 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio 2018 24 mesi Solo da 1.11.2018, dopo primi 12 mesi post D.L. 87/2018

 

CONTRATTO A TERMINE: PROROGHE (NUMERO, DURATA E CAUSALI SI/NO)
Data proroga Numero e durata Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
Entro il 13 luglio 2018 5 in 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio all’11 agosto 2018 4 in 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post D.L. 87/2018
Dal 12 agosto al 31 ottobre 2018 4 in 24 mesi * Non necessaria post L. n. 96/2018
Dal 1° novembre 2018 4 in 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post L. n. 96/2018
* Per prudenza, in attesa di chiarimenti ufficiali, sono indicate massimo 4 proroghe in 24 mesi ma la norma parrebbe consentirne 5 in 36 mesi (regime previgente al D.L. n. 87/2018), per il solo periodo tra la data di entrata in vigore della legge di conversione (12 agosto) e il 31 ottobre 2018. Per alcuni autori, la moratoria della legge n. 96 retroagisce al 14 luglio (fino al 31 ottobre 2018), sostituendosi ai vincoli posti dal D.L. n. 87/2018).

 

CONTRATTO A TERMINE: RINNOVI (DURATA E CAUSALI SI/NO)
Data rinnovo Durata totale Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
Entro il 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio all’11 agosto 2018 24 mesi Si, già dal 1° rinnovo post D.L. 87/2018
Dal 12 agosto al 31 ottobre 2018 24 mesi * Non necessaria post L. n. 96/2018
Dal 1° novembre 2018 24 mesi Si, già dal 1° rinnovo post L. n. 96/2018
* Per prudenza, in attesa di chiarimenti ufficiali, sono stati indicati 24 mesi quale limite di durata ma la norma parrebbe consentirne 36 (regime previgente al D.L. n. 87/2018), per il solo periodo compreso tra l’entrata in vigore della legge di conversione (12 agosto 2018) e il 31 ottobre 2018. Secondo alcuni autori, la moratoria della legge n. 96 retroagisce al 14 luglio (fino al 31 ottobre 2018), sostituendosi ai vincoli posti dal D.L. n. 87/2018).